Innovazione 21/12/2020

Un nuovo accordo di collaborazione tra Bucci Industries e Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

back
>

Ricerca e imprenditorialità:
il nuovo accordo con l'Università di Bologna

Bucci Industries è da sempre impegnato nel contribuire in maniera significativa allo sviluppo sociale ed economico del contesto territoriale locale. Il Gruppo collabora da tempo con l'Università di Bologna, con cui intrattiene un proficuo rapporto che mette in diretta comunicazione l'Ateneo e la sua attività di ricerca con le aziende Bucci, tra cui Iemca, Giuliani, Vire e Bucci Composites. Quest'ultima è anche il principale promotore di Ma.Co.F, Master in Materiali Compositi a Faenza.

Negli anni sono stati infatti attivati più di 30 tirocini formativi e sono stati commissionati molteplici progetti di ricerca, che hanno coinvolto 5 diversi dipartimenti e centri interdipartimentali dell'Università e dai quali sono derivate pubblicazioni scientifiche a cui hanno preso parte più di 10 gruppi di ricerca.

A novembre 2020 il Rettore dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Francesco Ubertini e il Chairman del Gruppo Bucci Industries Cav. Massimo Bucci hanno firmato un nuovo accordo quadro di cinque anni per rinnovare la collaborazione: l’intento è sviluppare nuovi progetti e ampliare gli ambiti e le attività di interesse.

Il nuovo accordo prevede collaborazioni in ambito di ricerca per lo sviluppo di progetti, bandi e programmi, assegni e borse di studio per lo svolgimento di attività di ricerca, borse di Dottorato, creazione e accesso condiviso a infrastrutture di ricerca e laboratori comuni, promozione di iniziative di divulgazione dei risultati della ricerca. Sono previste inoltre la possibilità di collaborazioni in ambito didattico e l’organizzazione e la partecipazione ad eventi di orientamento, tirocini e stage rivolti agli studenti universitari per un primo contatto con il mondo del lavoro.

“Grazie alle collaborazioni pregresse - afferma il Presidente Massimo Bucci - le aziende parte del gruppo Bucci hanno rafforzato la collaborazione con il mondo della ricerca e dell’innovazione e aumentato la partecipazione di studenti e ricercatori nelle attività di innovazione e sviluppo”.